Indietro Condizioni di vendita e di fornitura Euro Unitech Elektrotechnik Gesellschaft .m.b.H.

Aggiornamento Aprile 2018

1. Ambito di validità Le presenti condizioni generali di vendita e fornitura si applicano, nella versione valida al momento della conclusione del contratto, a tutti i contratti stipulati da EURO UNITECH Elektrotechnik GmbH, FN 110526p, Bahnhofgürtel 35, 8020 Graz (di seguito “Venditore”) con clienti commerciali (di seguito “Acquirente”). Con clienti commerciali si intendono gli imprenditori ai sensi del § 1 UGB [Codice delle Imprese austriache]. Le presenti Condizioni Generali di Contratto (CGC) non si applicano agli accordi commerciali con i consumatori. Il Venditore fornisce servizi e forniture all’Acquirente esclusivamente sulla base delle presenti CGC. Accordi diversi - incluse CGC divergenti o condizioni di acquisto dell’Acquirente - non sono riconosciuti dal Venditore. Sono vincolanti per il Venditore solo a condizione che il Venditore li abbia espressamente concordati per iscritto prima della conclusione del contratto. Il semplice adempimento degli obblighi contrattuali da parte del Venditore non costituisce un’accettazione di condizioni che si discostino dalle presenti CGC. Le seguenti disposizioni sulla consegna delle merci si applicano mutatis mutandis ai servizi.

2. Conclusione del contratto
Le offerte del Venditore non sono vincolanti. Le indicazioni dei prezzi e le descrizioni dei prodotti nell'offerta, sul sito web, in brochure, cataloghi o altri materiali pubblicitari non sono vincolanti. Il contratto si considera concluso quando il Venditore, dopo aver ricevuto l’ordine, invia una conferma dell'ordine scritta in cui conferma l'ordine in oggetto. Fino al momento suddetto, il Venditore ha il diritto, ma non l'obbligo, di accettare l’offerta contrattuale dell’Acquirente espressa in un ordine. Il Venditore può rifiutarsi di accettare l'ordine senza obbligo di doverne indicare i motivi. L’Acquirente è tenuto a verificare immediatamente il contenuto della conferma dell'ordine al momento della sua ricezione. La conferma dell'ordine contiene tutte le informazioni su prezzi e quantità, nonché i tempi di consegna e le caratteristiche rilevanti dei prodotti. Se una qualsiasi delle informazioni presenti nel sito web o nei cataloghi dovesse differire dalle informazioni sul prodotto contenute nella conferma dell'ordine, sono da intendersi come vincolanti solo le informazioni nella conferma dell'ordine e solo queste costituiscono il contenuto del contratto. I prezzi indicati nella conferma dell'ordine si applicano solo al rispettivo ordine. Non sussiste alcun diritto dell'Acquirente di ottenere gli stessi prezzi in eventuali ordini successivi. L’Acquirente è tenuto a verificare la correttezza e la completezza delle informazioni riguardanti la sua azienda o la sua persona contenute nella conferma dell'ordine ed eventualmente a correggerle. Le suddette informazioni saranno utilizzati anche per fini contabili. Eventuali svantaggi o ritardi derivanti da informazioni errate fornite dal destinatario della fattura sono a carico dell’Acquirente. In particolare, l’Acquirente non ha il diritto di trattenere i pagamenti a causa di informazioni che non gli sono state fornite correttamente o integralmente. In caso di una successiva modifica della fattura causata dall’Acquirente a fattura già emessa, il Venditore si riserva il diritto di addebitare all’Acquirente un importo per spese aggiuntive sostenute pari a EUR 15,00 (più IVA). Piani, disegni, altri documenti tecnici, nonché documenti di offerta e di progetto e campioni, cataloghi, prospetti, illustrazioni e simili rimangono sempre proprietà intellettuale del Venditore e non potranno essere duplicati o resi accessibili a terzi senza il suo consenso. La loro restituzione potrà essere richiesta in qualsiasi momento e dovranno essere restituiti al Venditore immediatamente in caso di modifica dell’ordine.Nel caso in cui per la corretta esecuzione del contratto siano richieste licenze di importazione e di esportazione o permessi di cambio o approvazioni analoghe, l’Acquirente è responsabile della consegna puntuale di tali permessi.

3. Prezzi
Salvo diversamente concordato, i prezzi sono franco magazzino del Venditore senza imballaggio e carico compreso. Se la fornitura è concordata con la consegna, i prezzi si intendono senza scarico e senza trasporto. Tutti i prezzi sono da intendersi in EURO come prezzi netti, escludendo quindi l’imposta di legge sul valore aggiunto. I prezzi si basano sui prezzi del produttore al momento dell’indicazione del prezzo. Se i prezzi del produttore dovessero cambiare fino al momento della conferma dell'ordine, tali cambiamenti andranno a favore o a sfavore dell’Acquirente. Rilevanti sono quindi sempre le informazioni sul prezzo presenti nella conferma dell’ordine del Venditore. Il Venditore ha facoltà di far dipendere i prezzi indicati sul sito web, nei cataloghi o nell'offerta da una quantità minima d'ordine e di applicare prezzi scalati. Allo stesso modo, il Venditore ha il diritto di non mettere in vendita determinati prodotti al di sotto di un quantitativo minimo. Se in seguito l’Acquirente richiama solo parzialmente la merce ordinata, potrebbe essere necessario un nuovo calcolo e una nuova emissione di offerta, poiché i prezzi sono generalmente calcolati per pacchetto e in base al numero di pezzi. In tal caso, il Venditore si riserva un corrispondente adeguamento dei prezzi. A partire da un valore dell'ordine netto di EUR 400,00 IVA esclusa, la consegna avverrà franco destinazione.

4. Consegna e trasferimento del rischio
In assenza di accordi divergenti, il periodo di consegna inizia con l'ultimo dei seguenti termini temporali:
-Data della conferma dell'ordine; -Data di adempimento di tutte le condizioni tecniche, commerciali e finanziarie a carico dell’Acquirente; -Data alla quale il Venditore riceve un acconto da effettuare prima della consegna della merce e/o sia stato aperto un credito da produrre. Il Venditore ha facoltà di effettuare consegne parziali e preconsegne o di far dipendere la consegna da un pagamento anticipato da parte dell’Acquirente. Tuttavia, l’Acquirente non ha diritto a consegne parziali. Informazioni sui tempi di consegna presenti sul sito web, nei cataloghi o nelle offerte del Venditore non sono vincolanti. I tempi di consegna o le date di consegna si ritengono accettate solo se espressamente indicate nella conferma dell'ordine. Salvo accordi in senso contrario, la merce è da intendersi come venduta franco magazzino del Venditore, a Graz. Il Venditore è obbligato a stipulare un'assicurazione solo se e nella misura in cui ciò sia stato concordato per iscritto. In caso di vendita “franco fabbrica”, il rischio passa dal Venditore all’Acquirente, se la merce è stata preparata dal Venditore per il ritiro e l'Acquirente ne è stato informato. Questa notifica deve essere effettuata in tempo utile affinché l’Acquirente possa adottare le normali misure necessarie. Salvo accordi in senso contrario, il Venditore terrà a magazzino le merci per l’Acquirente per un periodo di 7 giorni di calendario a partire dalla data di invio della notifica di ritiro all’Acquirente, senza addebitare un corrispettivo separato di deposito a magazzino. Se l’Acquirente ritirerà la merce dopo la scadenza del suddetto periodo, il Venditore avrà il diritto di addebitare una commissione di deposito pari al 2% dell'importo dell'ordine per settimana di calendario iniziata. Se l’Acquirente non ritirerà la merce alla scadenza di 14 giorni dalla prima notifica, il Venditore avrà il diritto di consegnarli all'indirizzo di fatturazione indicato dall’Acquirente a spese dell’Acquirente oppure a depositare la merce a spese dell’Acquirente presso un’impresa commerciale autorizzata e a recedere dal contratto. Per la vendita a mezzo
“carro merci, camion, chiatta” (luogo di spedizione concordato) “destinazione” o, in caso di vendita “porto franco”, il rischio si trasferisce dal Venditore all’Acquirente nel momento in cui il primo vettore prende in consegna il mezzo di trasporto caricato con la merce. Se una consegna è stata concordata dal Venditore, il Venditore spedirà la merce a spese e a rischio dell’Acquirente all'indirizzo di consegna indicato dal Venditore. L’Acquirente dichiara di accettare la spedizione della merce mediante un servizio di consegna commerciale o spedizioniere a scelta del Venditore. Non appena la merce sarà consegnata al trasportatore, la consegna sarà considerata in questi casi come effettuata. In caso di ritardata partenza dalla stabilimento di fornitura a Graz, che sia dovuta a cause riconducibili all’Acquirente, il rischio passa all’Acquirente nel giorno di disponibilità per la spedizione. Nel caso che sia stata concordata una consegna su richiesta, la merce sarà ritenuta richiesta entro e non oltre un anno dall'ordine. Per altro, si applicano gli INCOTERMS elencati nella conferma dell'ordine, o concordati separatamente e in anticipo con l'Acquirente, nella versione valida nel giorno della conclusione del contratto. Il rischio nel caso di un servizio o un servizio parziale concordato passa all’Acquirente nel momento in cui sarà stato fornito. Se la consegna è ritardata per cause riconducibili al Venditore e che costituiscano motivo di esonero da responsabilità ai sensi di quando di seguito elencato, sarà concessa una ragionevole proroga del termine di consegna. Con motivi di esonero da responsabilità si intendono circostanze che, se si verificano dopo la conclusione del contratto, sono un impedimento all’adempimento del contratto. come chiarito di seguito: Controversie di lavoro e tutte le circostanze indipendenti dalla volontà delle Parti contrattuali, come fuoco, mobilitazione, sequestro, embargo, divieto di trasferimento di valuta, insurrezione, mancanza di mezzi di trasporto, mancanza generale di forniture, restrizione del consumo di energia, consegna tardiva da parte del subfornitore del Venditore, interruzioni operative di ogni tipo, eventi di forza maggiore presso il Venditore o gli stabilimenti di fornitura. Se la causa del ritardo è dovuta al Venditore, l'Acquirente può richiedere l'adempimento o dichiarare il recesso dal contratto dopo aver fissato un termine ragionevole per la consegna posticipata. Nel caso di un prodotto su misura, al momento della definizione del periodo di tolleranza, è necessario tenere conto del fatto che il Venditore potrebbe non essere in grado di riutilizzare in altro modo parti che siano già state lavorate. Nel caso che il mancato rispetto di un termine prorogato sia da imputare al Venditore, l’Acquirente può rescindere il contratto mediante comunicazione scritta riguardante tutte le merci non ancora consegnate e tutte le merci consegnate, che non potrebbero essere utilizzate in modo appropriato senza le merci non fornite. In questo caso, l'Acquirente ha il diritto al rimborso dei pagamenti effettuati per le merci non consegnate o per le merci inutilizzabili. Le merci già consegnate e inutilizzabili dovranno essere restituite gradualmente dall'Acquirente al Venditore. Sono escluse ulteriori rivendicazioni dell’Acquirente nei confronti del Venditore a causa del suo inadempimento. Il Venditore ha diritto a richiedere il rimborso per tutte le spese giustificate che egli avrà dovuto sostenere ai fini dell'esecuzione del contratto e che non sono incluse nei pagamenti ricevuti, ad esclusione di tutte le altre pretese nei confronti dell’Acquirente a causa del ritardo. Se l'Acquirente è in ritardo nell'esecuzione di prestazioni in loco, ciò significa in particolare che il personale ausiliario a disposizione dell’Acquirente non è nel numero richiesto o non ha la qualifica richiesta e se ciò comporta ritardi nell'esecuzione della prestazione, il termine di consegna non inizierà, nella misura in cui il Venditore informi l'Acquirente del fatto che il numero delle persone ausiliarie sia insufficiente o la loro qualifica non sia sufficiente. Se si presenta una tale carenza, il relativo termine di consegna non può scadere e l'Acquirente deve farsi carico di tutti i costi aggiuntivi sostenuti per l'esecuzione non regolare dei lavori preparatori, in particolare i costi che il Venditore deve sostenere per far eseguire correttamente i lavori preparatori o per eseguirli in proprio. Questi servizi saranno quindi fatturati separatamente dal Venditore.

5. Condizioni di pagamento
Le prime consegne vengono effettuate solo dietro pagamento in contanti o pagamento anticipato. I pagamenti devono essere effettuati in conformità ai termini di pagamento concordati con l’Acquirente ("Condizioni e accordo di pagamento"). Salvo accordi in senso contrario, il Venditore consegna solo in caso di pagamento in contrassegno o pagamento anticipato. Se il Venditore esegue la consegna prima del pagamento da parte dell’Acquirente, il Venditore concede un termine di pagamento di 30 giorni dalla data di consegna o uno sconto del 2% in caso di pagamento entro 14 giorni. Se l’Acquirente è in ritardo in un pagamento concordato, dalla data di scadenza si applicano come concordati interessi di mora in conformità al § 456 UGB [Codice delle imprese austriache]. Inoltre, l'Acquirente si impegna a rimborsare al Venditore tutte le spese legali che saranno divenute necessarie per eseguire l'azione giudiziaria con le connesse spese di riscossione del debito e spese giudiziarie per procedimenti stragiudiziali e giudiziari. Per il caso di un'agenzia di riscossione, i costi di esecuzione devono essere rimborsati fino all'importo delle rispettive tariffe massime. Il rimborso delle spese legali e delle spese giudiziarie avrà come base la Legge sugli onorari degli avvocati [Rechtsanwaltstarifgesetz], la Legge sulle spese processuali [Gerichtsgebührengesetz] e la Legge sui contributi di esecuzione [Vollzugsgebührengesetz]. Non si richiede alcuna determinazione giudiziaria di questi costi. Un eventuale divieto di cessione scritto nelle condizioni di acquisto dell’Acquirente non trova alcuna applicazione. L'Acquirente non ha facoltà di sospendere i pagamenti a causa di diritti di garanzia o di altre contropretese non riconosciute dal Venditore e rinuncia alla possibilità di compensazione. Questo non si applica se questa rivendicazione è riconosciuta o passata in giudicato e solo nella misura delle spese richieste per il miglioramento. In caso di ritardo da parte dell’Acquirente per un pagamento concordato o un altro servizio, il Venditore può a) insistere sull'esecuzione del contratto e posticipare l'adempimento dei propri obblighi fino a quando il pagamento o altro servizio non sia stato prestato; b) optare per una dilazione adeguata del periodo di consegna; c) dichiarare esigibile l'intero prezzo di acquisto ancora dovuto o d) dichiarare il recesso dal contratto concedendo un ragionevole periodo di grazia. Se alla scadenza del termine prorogato, l’Acquirente non sarà riuscito ad effettuare il pagamento dovuto o a fornire la prestazione dovuta, il Venditore può recedere dal contratto mediante comunicazione scritta. Su richiesta del Venditore, l'Acquirente deve restituire al Venditore la merce già consegnata e compensare un’eventuale perdita di valore della merce e rimborsare tutte le spese giustificate che il Venditore ha dovuto sostenere per l'esecuzione del contratto. Per quanto riguarda le merci che non sono ancora state consegnate, il Venditore ha facoltà di mettere a disposizione dell’Acquirente le parti finite o lavorate e di esigere la corrispondente quota del prezzo di vendita.

6. Riserva di proprietà
La merce consegnata resterà di proprietà esclusiva e illimitata del Venditore fino al completo pagamento della stessa (comprese le spese accessorie per l'imballaggio, la spedizione o la consegna, nonché i costi di esecuzione extragiudiziale o giudiziaria). In caso di rivendita, l’Acquirente deve informare il Venditore, fornendo il nome o la ragione sociale e l’indirizzo esatto dell’acquirente. In ogni caso di rivendita, il credito del prezzo di acquisto si intende già ceduto al Venditore e il Venditore ha il diritto di informare in qualsiasi momento l'acquirente su questa cessione. Il Venditore accetta già da subito la suddetta cessione. In caso di ritardo nel pagamento da parte dell’Acquirente, il Venditore ha inoltre la facoltà di far valere i propri diritti di riserva di proprietà. Si conviene che l’affermazione della riserva di proprietà non costituisce un recesso dal contratto, a meno che il Venditore non dichiari esplicitamente il recesso dal contratto. In ogni caso, per tutta la durata della riserva di proprietà, l’Acquirente è obbligato a trattare la merce con cura e cautela e a svolgere le necessarie attività di manutenzione e cura a proprie spese. In caso di violazione contrattuale da parte dell'Acquirente, in particolare in caso di violazione di un obbligo di pagamento, il Venditore ha diritto di dichiarare il recesso dal contratto e di richiedere la riconsegna della merce soggetta a riserva di proprietà anche in via stragiudiziale. L'Acquirente autorizza espressamente il Venditore a entrare nei locali e nella proprietà dell'Acquirente al fine di rientrare in possesso dei beni di proprietà del Venditore che vi si trovino, nel caso in cui da parte dell’Acquirente si verifichino interruzioni dei pagamenti e il Venditore abbia dichiarato il recesso dal rispettivo contratto.

7. Garanzia
L'Acquirente è tenuto a ispezionare immediatamente la merce al momento della presa in consegna e a segnalare immediatamente al Venditore eventuali difetti, in ogni caso entro 7 giorni dal momento del trasferimento del rischio conformemente al punto 4, ovvero per iscritto e con una precisa descrizione del difetto, indicando il tipo e il numero di prodotti interessati e includendo prove appropriate per documentare il difetto. In caso di ritiro della merce da parte dell'Acquirente, la suddetta ispezione deve sempre avvenire prima del caricamento. Il venditore non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni derivanti dal trasporto della merce cui abbia provveduto l’Acquirente. Nel caso in cui l'acquirente non notifichi qualsiasi difetto immediatamente dopo che sia divenuto evidente, egli perderà i suoi diritti di garanzia (§§ 922 ff ABGB, Codice civile generale austriaco), di risarcimento del danno dovuti per il difetto stesso (§ 933a par. 2 ABGB) e per l'errore sull'assenza di difetti della merce (§§ 871 f ABGB). Il periodo di garanzia è di 24 mesi. Il periodo inizia con la consegna della merce. In caso di rettifica dei difetti da parte del Venditore, non ha luogo nessuna estensione del periodo di garanzia. La presunzione di difetti ai sensi del § 924 ABGB [Codice Civile Generale austriaco] è esclusa. In caso di reclamo legittimo, il Venditore è libero di prendere indietro gli articoli difettosi per un valore calcolato o di sostituirli con pezzi privi di difetti. In caso di difetti di una parte della fornitura, l’Acquirente ha il diritto di reclamare solo i pezzi difettosi. A tal fine, l’Acquirente deve concedere al Venditore un periodo di tempo sufficiente, che deve includere almeno il termine di consegna previsto in origine. Se i prodotti contestati non sono più disponibili presso il produttore o non sono disponibili nella forma originale, il Venditore ha il diritto di offrire all'Acquirente prodotti sostitutivi equivalenti per aspetto, funzione e categoria di prezzo. Il miglioramento o la sostituzione saranno effettuati presso la sede legale del Venditore. I costi della spedizione di ritorno per effettuare la sostituzione o il miglioramento sono a carico dell'Acquirente, che si assume anche il rischio connesso. I costi di qualsiasi rimedio del difetto eseguito dall'Acquirente stesso sono a carico del Venditore solo se egli avrà dato il suo consenso per scritto oppure si sarà rifiutato di eseguire la sostituzione o la riparazione nonostante una richiesta scritta e un termine temporale fissato dall’Acquirente. L'obbligo di garanzia del Venditore si applica solo ai difetti che si presentano nel rispetto delle condizioni operative previste e durante il normale utilizzo. Non si applica, in particolare, a difetti derivanti da un uso scorretto da parte dell'Acquirente o del suo personale ausiliario, da manutenzione impropria, da riparazioni o modifiche non corrette o eseguite dall’Acquirente senza autorizzazione scritta da parte di una persona diversa dal Venditore o dal suo personale ausiliario, da normale usura oltre ai difetti già menzionati dovuti all’utilizzo. Sono escluse pretese di risarcimento per danni di qualsiasi tipo che vadano oltre il suddetto accordo. I costi sostenuti dall'Acquirente in seguito all'accettazione o all'uso di merci difettose non saranno rimborsati. Dall'inizio del periodo di garanzia, il Venditore non si assume nessuna ulteriore responsabilità oltre quanto stabilito in questo accordo, ovvero neanche per i difetti, la cui causa risalga a prima del trasferimento del rischio. L'Acquirente si astiene, in un eventuale caso di garanzia, dal sollevare l'obiezione del mancato adempimento del contratto ai sensi del § 1052 ABGB [Codice Civile Generale austriaco] e rinuncia così alla ritenzione di un eventuale compenso non ancora versato al Venditore.

8. Responsabilità
È esclusa la responsabilità per danni alla proprietà causati da un comportamento lievemente negligente del Venditore. Inoltre, è esclusa una responsabilità per la mancata disponibilità dei prodotti. L'inversione dell'onere della prova per negligenza non si applica in nessun caso. Richieste di risarcimento danni devono essere fatte valere, con perdita del diritto in caso contrario, entro sei mesi dal momento in cui il richiedente è venuto a conoscenza del danno, tuttavia al più tardi entro tre anni dal momento in cui si è verificato l'evento che ha dato origine al reclamo. Se l’Acquirente stesso ha prestato garanzia presso un consumatore e assume il Venditore come suo predecessore ai sensi del § 933b ABGB, questa pretesa regressiva è limitata all'importo delle proprie spese. In caso di pretesa di regresso, il Venditore deve ricevere una richiesta scritta con un preavviso di 14 giorni. Tali reclami devono essere fatti valere in tribunale entro due mesi dall'adempimento dell'obbligo di garanzia dell’Acquirente nei confronti del consumatore

9. Foro competente e diritto applicabile
In caso di controversie derivanti da questo rapporto contrattuale, dall’avvio del suddetto rapporto o dal suo scioglimento, si concorda come tribunale competente quello della sede legale del Venditore al momento della conclusione del contratto. Tuttavia, il Venditore ha il diritto, a sua discrezione, di citare in giudizio anche presso il foro competente generale dell’Acquirente. La legge austriaca è applicabile a questo rapporto contrattuale con l'esclusione del diritto delle vendite delle Nazioni Unite e del diritto privato internazionale. Il luogo di adempimento per ogni eventuale controversia derivante da questo rapporto contrattuale è la sede legale dell’impresa del Venditore al momento della conclusione del contratto. Questo vale anche se il trasferimento in un altro luogo avviene in base ad un accordo.

10. Disposizioni finali
Il Venditore si riserva il diritto di modificare in qualsiasi momento le presenti Condizioni Generali di Contratto. La modifica diventa efficace per l’Acquirente se egli con il suo nuovo ordine accetterà le CGC senza contestazione. Pertanto, si applicano le CGC rispettivamente valide al momento della conclusione del contratto. Affinché modifiche o aggiunte al presente contratto, eventuali accordi aggiuntivi rilevanti per il contratto siano validi, si richiede la forma scritta o la conferma scritta da parte del Venditore. Qualora singole disposizioni dovessero essere o divenire inefficaci, in tutto o in parte, o non applicabili, ciò non pregiudicherà la validità delle restanti disposizioni. Piuttosto, la disposizione inefficace o inapplicabile deve essere interpretata come la disposizione che si avvicina di più allo scopo economico perseguito dalle Parti. La disposizione di cui sopra si applica di conseguenza in caso di eventuali lacune di regolamentazione. I diritti e gli obblighi reciproci derivanti dal presente contratto si trasmettono in ogni caso ai successori legali delle Parti e queste si impegnano a trasferire in modo efficace tutti i diritti e gli obblighi ai successori legali. Se le presenti CGC avranno versioni linguistiche diverse versioni linguistiche, in caso di discordanze linguistiche tra le diverse versioni, farà sempre fede la versione in lingua tedesca. La traduzione ha il solo scopo di facilitare la comprensione all’Acquirente.